Categoria: Vivere

Sesso sì o (ancora) no?

Ognuno di noi cammina nei propri panni, e le esperienze vissute nel corso della vita ci rendono esattamente quello che siamo ora! Ovviamente non tutti abbiamo lo stesso tipo di esperienze, certamente nessuna è la stessa, non c’è dubbio, ma per alcune persone le questioni intime sono più semplici da risolvere che per altre. È comune avere esitazioni riguardo all’inizio della vita sessuale, anche se per alcuni questa decisione è più banale che per altri, la paura, l’indecisione e l’incertezza si manifestano, anche se l’eccitazione e la curiosità finiscono per essere presenti fino a quando per qualche motivo non accade l’inevitabile. E dal nulla ti ritrovi la pornstar residente di Lupo Porno, apri la scatola del pandora e più ne hai, più ne vuoi. Continua

Cosa fanno i mormoni?

Dopo la chiesa, Flint Laub, le sue due mogli ei loro 10 bambini si sedettero al tavolo della cucina per mangiare la pizza. Il pranzo è servito nella grande casa, dove vivono Michelle Laub, 32 anni, e i suoi sette figli. La seconda moglie di Flint è Ruth Anne Laub, che ha 25 anni e la sorellastra di Michelle. Di recente ha dato alla luce il suo terzo figlio. Ruth Anne Laub e i suoi figli vivono in una seconda casa a pochi passi da quella grande.

I Laubs vivono in una comunità poligama di circa 400 persone nelle zone rurali del Missouri, tra le città di Humansville e Stockton. I residenti lo chiamano “The Ranch”, sebbene l’agricoltura sia limitata a un campo di fieno ea qualche mucca e gallina. Le persone nelle città vicine si riferiscono alla comunità come “il complesso”, ma non vedrete nessun alto muro o guardia armata – solo strade di terra battuta che si snodano attraverso grappoli di alberi e case. Continua

Il mercato immobiliare di Barcellona nel 2018

Il mercato immobiliare di Barcellona negli ultimi anni ha camminato molto su cosa parlare, evidenziando che nelle relazioni e nelle statistiche in generale hanno dimostrato comportamenti che per gli esperti sono stati molto interessanti. Una delle novità in questo settore è che le vendite sono cresciute ad un tasso del 2,6% nel primo trimestre, contro il 16% nel 2017, in altre parole, il 2018 ha comportato una notevole trasformazione del settore immobiliare in città, perché le cifre sono diminuite significativamente, cosa che non era necessariamente prevista.

È vero che le cifre non sono buone come previsto, ma così spiega un esperto immobiliare spagnolo: “La venta de pisos en Barcelona no va bien porque el alquiler turístico continúa aumentando y el mercado se reduce, mientras que los propietarios siguen a la espera de ver cómo se alteran los precios al acabar la crisis“. Ciò significa che la vendita di appartamenti a Barcellona non sta andando bene perché l’affitto turistico continua a crescere e il mercato si sta restringendo, mentre i proprietari sono ancora in attesa di vedere come cambiano i prezzi alla fine della crisi. Continua